Shane ha diciotto anni, frequenta l’ultimo anno di Skylar ed è il leader del club di arti marziali. I suoi occhi grigi rispecchiano il cielo di Edimburgo e a detta di Melanie, il suo carattere è mutevole come il clima della Scozia.

Appena vede Melanie l’aggredisce afferrandola per un braccio e intimandole di andare via dalla scuola. Ha un carattere tenebroso e distaccato e rimane sconcertato ogni volta che vede la naturalezza con la quale Melanie saluta Evan.

Faceva parte del club di Rugby, di cui era capitano, e si vocifera che il suo abbandono sia stato un momento epico che nessuno avrebbe voluto perdersi.

Vive nel campus di Skylar e il suo compagno di stanza è Evan, nonché suo migliore amico. Ha un passato da ragazzaccio, infatti quando ancora faceva parte del club di Rugby, era il ragazzo più popolare della scuola e le cheerleader si davano battaglia per stare con lui.  Solo una persona è riuscita a metterlo in riga anche se Shane preferisce tagliarsi la lingua piuttosto che divulgare una notizia simile.

Prima di iscriversi al club di arti marziali è stato allievo di Arianna Ross e i suoi ricordi di quel periodo riescono quasi a farlo svenire.

È un ipocondriaco, anche se lui stesso nega questa faccenda, finché non starnuta e comincia a immaginare di essersi preso qualche malattia che lo manderà al creatore nel giro di pochi minuti. È l’unica persona al mondo in grado di far perdere la pazienza a Evan.

Il suo hobby è stuzzicare Melanie, gli piace passeggiare per il parco nazionale di Loch Lomond e Trossachs e grazie al periodo in cui era allievo di Arianna, ha scoperto l’amore per i cavalli di cui sa prendersi cura.  Da grande vuole diventare architetto botanico.

Ha un debole per Melanie che nasconde dietro a battute e comportamenti degni di un pazzo nevrotico. Più avanti si scopre che la sua ragazza è scomparsa nel nulla e dopo averla ritrovata, lei non era più la stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *