Recensioni Con te ho trovato la luce parte 1

 

Le recensioni sono importantissime per un romanzo! Conoscere l’opinione degli altri sul proprio testo aiuta a crescere e a farsi conoscere dagli altri.

Perciò, ecco una pagina dove potrete trovare le recensioni di chi ha già letto il mio romanzo.

Grazie a loro saprete se rientra nelle vostre preferenze! Ci tengo molto a questo, perché so come ci si sente a spendere dei soldi per dei romanzi che non ci sono piaciuti e vorrei evitarvi un’esperienza simile con il mio.

Tuttavia vorrei ricordarvi che non dovete farvi influenzare dalle recensioni altrui. Le recensioni sono opinioni personali e come tali vanno prese. Anch’io leggo le recensioni prima di acquistare un romanzo e la maggior parte che avevano voti alti non mi sono piaciuti nemmeno un po’. Perciò leggetele ma poi scegliete con la vostra testa 😉 😉

Buona lettura.

Cliente Amazon
5,0 su 5 stelleAppassionante.
15 maggio 2018
Formato: Formato Kindle
Appassionante e avvincente. L’ho letto in pochissimi giorni. Lettura non troppo pesante, scorre velocemente. Lo consiglio vivamente. Ho acquistato la versione cartacea ed è perfetta.

Laura F
5,0 su 5 stelle Gradevole sorpresa
29 aprile 2018
Formato: Formato Kindle
Bel libro davvero, avvincente e ben strutturato! Spero che il seguito non tardi ad arrivare e che mantenga le promettenti premesse!

 

Ragazza in rosso blog
5,0 su 5 stelleLetto tutto d’un fiato
3 maggio 2018
Formato: Formato Kindle
Ho molto apprezzato questa lettura sia per la trama in sé che ho trovato incalzante e imprevedibile sia per lo stile dell’autrice, semplice e diretto, che riesce a mantenere sempre viva l’attenzione dell’autore.

 

barbara
4,0 su 5 stelleBELLA STORIA APPASSIONANTE
30 aprile 2018
Formato: Formato Kindle|Acquisto verificato
ho letto questo libro per caso,mi ha appassionato e incuriosito anche se forse si ripetono un po troppe aggressioni ,comunque ora aspetto la parte 2 per sapere come andrà a finire

 

Jessica Orobello ha recensito Erika Anatolio — 5 stella

30 aprile alle ore 21:37 ·

Con te ho trovato la luce è uno di quei romanzi che quando ci sei dentro l’unica cosa che vuoi fare è continuare a leggere. E non è da tutti! Wow!

 

Marianna Pilogallo — 5 stella

12 aprile alle ore 20,51

Libro molto interessante. Le avventure di Melanie e le conoscenze dei diversi personaggi mi hanno appassionato tanto, la descrizione minuziosa dei particolari regala al lettore la piacevole illusione di trovarsi proprio nei luoghi descritti, ma soprattutto tra i protagonisti e vivere le loro vicende provando le loro stesse emozioni. Mi piacerebbe poter leggere il proseguo della storia, perché mi incuriosisce troppo e al tempo stesso sono entusiasta di poter leggere di nuovo un buon libro come questo! Buona lettura a tutti!

 

il 27 maggio 2018
Il cervello è uno dei principali organi del nostro corpo, il nucleo che da vita e movimento a tutto ciò che giornalmente ci accingiamo a fare. Da i comandi, gli imput, ogni cosa che noi facciamo anche il più piccolo movimento. Ma cosa succede se, improvvisamente, fossimo colti da una nube oscura non ricordandoci ciò che avevamo fatto prima?
E’ ciò che è successo a Melanie , costretta contro la sua volontà ad andare avanti senza sapere com’era la sua vita di prima, chi fosse, ma con la consapevolezza di andare avanti e creare nuovi ricordi.
Trasferitasi in un’altra città inizia ad andare alla Skylar, una scuola molto rinnovata in Edimburgo, e come si evince dal primo giorno, non è andato tutto come previsto. Nessuno vuole essere sua amica ed integrarsi risulta esser man mano sempre più difficile. Soprattutto con la presenza di Brianna ” La principessina ” della scuola e come si prevede , sarà la prima a scontrarsi con Melanie ed a rientrare nella sua lista nera.
Da li la sua vita inizierà ad essere un vero e proprio inferno, fatta di dispetti e roba varia. Le uniche persone su cui può far affidamento sono: Suo fratello, la sua amica Arianna, Evan e Shane, soprattutto Shane, il ragazzo bello e dannato che sarà la sua gioia e il suo tormento.
” Quel pazzo figlio del diavolo mi piaceva e stare lontana da lui mi faceva male ”
Da come accennato ci saranno tanti punti interrogativi da risolvere in questo primo volume. Ci sarà il dubbio della memoria, di com’era Melanie prima dell’incidente e tante altre curiosità da scoprire.
Il parere personale? Semplicemente da leggere.
Bisogna leggerlo perchè nonostante tutto, questo libro da modo a molti di noi di affrontare la vita sempre a testa alta e con il coraggio giusto. Dovremmo leggerlo perchè è un esempio di come le cose, seppur con un pò di timore vanno affrontate con la giusta determinazione.
Non vedo l’ora di poter leggere il secondo e scoprire insieme a voi i misteri di questa ” Famosa ragazza scomparsa e del suo tesoro”
La Recensione (di Lorena, http://lorenarosso23.blogspot.it)✮✮✮✮✮ (5 stelle su 5)
Melanie stava passeggiando con la sua amica Jacquelyn in Hyde Park, ma entrambe avevano iI cuore triste, perché sarebbe stata l’ultima volta: l’indomani Mel sarebbe partita per Edimburgo con la sua famiglia.

La loro amicizia era nata grazie a Hikari, la dolce cagnolina di Mel: un giorno, mentre passeggiavano nel parco, la cucciolotta era corsa dietro a uno scoiattolo; e quando ormai Mel aveva perso la speranza di ritrovarla, Hikari era riapparsa con un foulard in bocca, inseguita da una ragazza, Jackie. Da quel momento erano diventate inseparabili.

Grazie a Jackie e a Hikari, Melanie aveva ricominciato a vivere. Dopo l’incidente che le aveva fatto perdere la memoria, infatti, Mel si era rinchiusa in se stessa. Grazie alle due “amiche”, aveva ritrovato la voglia di vivere. Però, adesso, l’idea di trasferirsi e ricominciare da capo, proprio non riusciva a digerirla: non riusciva a capire come i suoi genitori potessero strapparla da quelle deboli radici per portarla in un luogo che non conosceva e dove, a parte il fratello Jack, non conosceva nessuno.

La giornata con l’amica e il fidanzato Daniel passò in fretta; e presto i tre amici dovettero salutarsi. Rientrata a casa, Mel si diresse nella sua stanza, chiudendo la porta in faccia a sua madre, tanta era la rabbia che provava nei suoi confronti. L’indomani sarebbe stata una giornata pesante ed era tutta colpa dei suoi genitori.

Dopo un lungo viaggio, il giorno dopo nel tardo pomeriggio, arrivarono nella nuova casa dove trovarono il fratello Jack ad attenderli. Mel, però, ignorando il suo sguardo felice entrò subito in casa e, anche se era molto arrabbiata, non poté ignorare la bellezza della casa e del giardino da cui era circondata. Non si aspettava proprio di andare a vivere in una bellissima villa. Né che i genitori le avrebbero regalato un’auto tutta sua, così da renderla indipendente per i suoi spostamenti.

Un altro pensiero che disturbava Mel era tutto il lavoro da fare per sistemare la casa, ma suo fratello si offrì subito di aiutarli. Mel rimase di sasso, però, quando Jack le disse che la sera dopo erano invitati a cena dalla famiglia della sua fidanzata: non sapeva, infatti, che suo fratello fosse fidanzato; e questo, insieme a tutta la tensione accumulata per via del trasloco, la fece infuriare.

Il giorno successivo, dopo un giro di perlustrazione nei dintorni con l’inseparabile Hikari e una discussione con Jack, Mel decise di partecipare alla cena per conoscere Anna e la sua famiglia.

La cena andò molto bene e Mel seppe da Anna che si erano già incontrate prima del suo incidente.

Il lunedì Mel non voleva saperne di andare a scuola: era terrorizzata, non sapeva come l’avrebbero accolta i nuovi compagni. Dopo molte insistenze da parte di sua madre, decise di andare.

Dopo aver sbagliato strada più volte, finalmente arrivò a Skylar. Rimase molto colpita dall’edificio: era proprio bello. Prendendo fiato, scese dall’auto e, percorrendo il vialetto, si accorse di avere tutti gli sguardi scioccati dei presenti su di lei. Man mano che avanzava, poteva sentire i loro bisbigli.

Dopo aver salutato la preside e ricevuto la mappa della scuola, decise di andare in teatro per sentire il discorso di benvenuto. Sedendosi in fondo al teatro e guardando la mappa, alcune ragazze la presero in giro, ma furono cacciate dall’occhiataccia di una ragazza bellissima, che prese il loro posto con alcuni suoi amici.

Melanie decise di presentarsi, ma loro non la degnarono di uno sguardo: non l’avevano difesa, volevano soltanto sedersi li. Dopo il discorso, Mel si recò in classe e si accorse che c’erano anche i tre ragazzi che l’avevano snobbata.

La giornata si rivelò un disastro: né in classe, né durante il pranzo nessuno la avvicinò, anzi! A un certo punto, scambiando uno sguardo con un ragazzo, si accorse che lui era impallidito e che tutti la guardavano in modo strano.

Sempre più abbattuta, Mel non sapeva cosa pensare. Per quale motivo tutti si comportavano così?

Ho trovato questo libro semplicemente fantastico. Non ci sono parole per descrivere meglio questo romanzo. È scritto veramente bene, c’è un mistero che avvolge la protagonista e tutto gira intorno a questo.

I personaggi ti si cuciono addosso mentre leggi il libro, tanto che senti di diventare parte di esso. La storia riesce a coinvolgere il lettore grazie agli argomenti trattati: si parla di mistero e di bullismo, un argomento purtroppo molto attuale che coinvolge molti giovani.

C’è solo un difetto… non finisce! È previsto un seguito che spero di poter leggere presto.

A presto, un abbraccio a tutti.

Ciao Lorena.

La bottega dei Libri:

RECENSIONE

Svegliarsi dopo un misterioso incidente e non ricordarsi nulla non deve essere molto piacevole. Melanie, la protagonista di questo libro, si trova a dover affrontare tutto questo. Nessuno vuole raccontarle cosa le è successo.
A parte l’incipit iniziale del romanzo, dove al lettore viene narrato parte dell’accaduto ma non il perché, la trama è una continua scoperta del passato di Melanie. Non che sia narrato chiaramente ma, tra le righe, un attento lettore può cominciare a farsi un’idea dell’accaduto.
Il libro è fluido, vivace. I personaggi interagiscono attivamente, senza sforzo.
Il rapporto di amicizia che lega Melanie e Jackie è stupendo, anche la distanza non mina il loro affiatamento.
I battibecchi tra Melanie, Evans e soprattutto con il tenebroso Jack, che nasconde a fatica un segreto, sono molto divertenti.
Molto particolareggiate, ma non noiose, le descrizioni dei paesaggi che ti consentono di “visualizzare” il contesto.
Nulla togliendo agli altri personaggi e protagonisti, mi è piaciuto molto Hitari, che pur essendo una figura secondaria ha il suo peso nello svolgimento della trama del libro.
Spero di poter presto leggere il secondo volume per sciogliere i miei dubbi e per capire se sono riuscita ad entrare in sintonia con i personaggi.

 

Di seguito vi metto i link ad altri blog con le recensioni del romanzo:

Grazie mille a tutti per il vostro sostegno e per le vostre recensioni! Per me è davvero importante. Mi rendete felice e non avete idea della gioia che provo quando mi contattate in privato per chiedermi il seguito. Grazie davvero, siete fantastici! Questo vale più di ogni fatica spesa.

E voi,avete letto il mio romanzo? Se sì, lasciate un commento con le vostre recensioni, altrimenti lo potete trovare qui.